Beirut, MH: “Cordoglio per vittime e feriti. Ci stringiamo alla popolazione e alla città già molto provate”

postato in: Chiesa e società, dal mondo, news | 0
[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.0.47″ custom_padding=”0|0px|29.5625px|0px”][et_pb_row _builder_version=”3.0.47″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”2_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_text _builder_version=”3.0.47″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”]

Gli operatori del programma migranti e rifugiati della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, in questo momento nella capitale libanese per organizzare la ripartenza dei corridoi umanitari, stanno bene.

Roma (NEVCS/21), 4 agosto 2020 – Paolo Naso, coordinatore di Mediterranean Hope, programma migranti e rifugiati della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, progetto che dal 2016 gestisce da Beirut i corridoi umanitari, dichiara:

“Il nostro cordoglio per le vittime e i feriti delle esplosioni che ci sono state poche ore fa a Beirut. Siamo in contatto con i nostri operatori che si trovano nella capitale libanese in questo momento, per organizzare la ripresa dei corridoi umanitari per i rifugiati siriani: stanno fortunatamente tutti bene. Solo un nostro collaboratore ha riportato una lieve ferita al viso.
Speriamo che il bilancio delle vittime non si aggravi ulteriormente e che tutte le persone che si possono salvare e curare siano soccorse.
Ci auguriamo che si faccia poi piena luce su questo gravissimo episodio che va a colpire una città e un Paese già molto provati dalla crisi economica e dove la situazione dei profughi è già drammatica.
Ci stringiamo alla popolazione di Beirut, ai nostri amici e conoscenti in Libano che ci hanno sempre aiutato nel nostro lavoro, ai profughi e alle persone più vulnerabili, che già stavano vivendo condizioni estremamente difficili, in questi momenti di paura e dolore”.

Beirut, il bilancio si aggrava. Le immagini della città distrutta, dagli operatori di MH

[/et_pb_text][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_image src=”http://www.metodisti.it/wp-content/uploads/2020/08/Schermata-2020-08-06-alle-14.44.29.png” _builder_version=”3.0.106″][/et_pb_image][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]
I commenti sono chiusi.