Si è conclusa la I Assise della Federazione delle chiese evangeliche in Italia. Approvato all’unanimità il documento “Gli evangelici nello spazio pubblico” sui temi dell’ecumenismo, dell’accoglienza, della libertà religiosa, della laicità

Da www.nev.it del 18 novembre 2018

Ecumenismo, accoglienza, migrazioni, laicità, libertà religiosa, dialogo, cultura, ambiente, spiritualità, contrasto alla violenza sulle donne: questi, in estrema sintesi, i temi contenuti nel documento “Gli evangelici nello spazio pubblico” approvato all’unanimità durante la giornata conclusiva della I Assise (in base all’ultimo Statuto) della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI) oggi a Pomezia (RM).

“Vediamo prevalere i toni della rissa costante, della delegittimazione degli avversari e, talora, anche di campagne d’odio amplificate dai media. In questo trionfo della prevaricazione e della manipolazione, la vera e grande sconfitta non è soltanto l’etica del linguaggio e del confronto, ma anche la verità” esordisce il documento, in cui la FCEI denuncia gli effetti di un “atteggiamento sociale di crescente intolleranza nei confronti degli immigrati, dei richiedenti asilo, dei rom, e anche di disprezzo dei più poveri e delle minoranze”. Nel rimarcare come l’idea del primato della “italianità”, sia in contrasto con gli interessi della Repubblica, l’Assise ha richiamato le norme a tutela delle minoranze, degli immigrati e delle immigrate e dei richiedenti asilo contenute nella Costituzione. I delegati hanno inoltre approvato una Lettera aperta, “L’ottimismo della speranza”, che rinnova convintamente  l’impegno e il sostegno al programma rifugiati e migranti della FCEI Mediterranean Hope (Corridoi umanitari; Medical Hope; “dublinati”).

“Denunciamo ogni espressione di antisemitismo, xenofobia, razzismo, islamofobia” prosegue il documento, che definisce le “ideologie violente” che violano i principi fondamentali riconosciuti a livello internazionale come un “peccato blasfemo contro l’umanità e la dignità di ogni uomo e di ogni donna”. A tal fine auspica una maggiore coesione per un’Europa della pace, della solidarietà e dei diritti, necessaria per affrontare le “sfide globali come le cause (belliche, politiche, economiche e climatiche) dei movimenti migratori”.

L’Assise ha inoltre denunciato le manipolazioni e le strumentalizzazioni delle tematiche migratorie e di un allarme sociale che alimenta “una guerra tra poveri” che, oltre a tutto, elude il drammatico problema delle (nuove) povertà, della disoccupazione e del lavoro precario, che dovrebbero essere una priorità.

Attenzione è stata portata anche alle tematiche consolidate del protestantesimo italiano, relativamente all’urgenza di una legge per la libertà religiosa, per una laicità dello Stato che sia “progetto di una società aperta e pluralista”.

L’Assise ha poi ribadito il suo impegno per contrastare ogni discriminazione sulla base dell’identità sessuale, la violenza in ogni sua forma, il femminicidio e lo sfruttamento del corpo femminile riaffermando “altresì, il suo impegno a favore delle leggi acquisite sull’autodeterminazione della donna”. Infine il documento FCEI richiama a continuare la cooperazione in ambito ecumenico, per il dialogo interreligioso e per la tutela dell’ambiente.

Un lungo e intenso dibattito ha attraversato l’Assise, portando all’approvazione all’unanimità mozioni programmatiche inerenti la collaborazione dei servizi FCEI fra cui Essere chiesa insieme (ECI) e Commissione globalizzazione e ambiente (GLAM), su educazione, intercultura e ambiente, sull’avvio di colloqui con cattolici e ortodossi sulla nuova versione ecumenica del Padre nostro.

L’Assise triennale rappresenta una novità nel percorso della FCEI. Istituita nell’Assemblea del 2015, si presenta come una sorta di “stati generali” del protestantesimo storico e non, con lo scopo di promuovere momenti di incontro e dibattito, ma anche di indicare indirizzi su principi generali a cui l’Assemblea della FCEI si ispirerà per il suo lavoro.

Per approfondimenti vedi il PROGRAMMA e la SCHEDA sulla Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI).

Interviste, schede e documentazione dell’Assise della FCEI, sono disponibili qui.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi