Mercoledì 12 febbraio presso la Facoltà di lettere e filosofia della Sapienza, a Roma, si è tenuta l’annuale convegno internazionale di studi sul metodismo dal titolo “Il limes cattolico. Ambizioni e strategie del metodismo per l’Italia unita”

L’annuale convegno internazionale di studi sul metodismo, organizzato dal Centro di documentazione metodista (CDM) in collaborazione con il Dipartimento di storia, culture, religioni, arte e spettacolo dell’Università la Sapienza di Roma, ha avuto per titolo “Il limes cattolico. Ambizioni e strategie del metodismo per l’Italia unita”.

“Il titolo di questo convegno vuole esprime l’incontro e lo scontro, il dialogo anche acceso dal punto di vista teologico, sociale e culturale in Italia a cavallo dei due secoli scorsi – ha dichiarato la presidente dell’Opera per le chiese evangeliche metodiste in Italia (OPCEMI), pastora Mirella Manocchio. Il metodismo si inserisce in quest’epoca, dialogando appunto con la cultura cattolica e il cattolicesimo come istituzione. Indagheremo gli aspetti particolari dell’impegno metodista in vari ambiti, come l’anno scorso abbiamo fatto sui temi della giustizia sociale e dei diritti civili, in Italia, in Europa, in Africa e negli Stati Uniti e i cui atti sono stati appena pubblicati da Carocci. Il taglio storico e politico sul metodismo degli inizi ci farà capire il ruolo dei metodisti all’interno del dibattito intrapreso dal mondo protestante con la chiesa cattolica”.

Per leggere l’intervista completa, cliccare qui

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi