Il diritto alla solidarietà, il dovere del soccorso dei migranti

postato in: In evidenza | 0
[et_pb_section bb_built=”1″ _builder_version=”3.0.106″][et_pb_row _builder_version=”3.0.106″][et_pb_column type=”2_3″][et_pb_text _builder_version=”3.0.106″ background_layout=”light”]

Da NEV dell’ 11 maggio 2018

Giovedì 24 maggio, alle ore 13, presso la Sala stampa della Camera dei deputati in via della Missione 4, avrà luogo la conferenza stampa dal titolo “Il diritto alla solidarietà, il dovere del soccorso in mare dei migranti”, in occasione della quale la Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI) e la Ong spagnola Proactiva Open Arms presenteranno un programma di collaborazione per le missioni di search and rescue nel Mediterraneo.

“Accogliere e soccorrere chi rischia la vita è un impegno alla base della nostra vocazione di cristiani e della nostra testimonianza di chiese – dichiara il presidente Luca Maria Negro–. Come Federazione delle chiese evangeliche abbiamo quindi ritenuto di doverci impegnare direttamente anche nel soccorso in mare e per questo abbiamo deciso di avviare un partenariato con la Ong Proactiva Open Arms, che da anni opera meritoriamente e con efficacia per salvare le vite di chi, fuggendo da persecuzioni e povertà, attraversa il Mediterraneo”.

height=”324″ />Dopo i saluti dell’On. Riccardo Magi, di +Europa, interverranno: Luigi Manconi, direttore dell’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (UNAR); Luca Maria Negro, presidente FCEI; Maria Bonafede, consigliera FCEI; Riccardo Gatti, capo missione e capitano Proactiva Open Arms; Paolo Naso, coordinatore programma Mediterranean Hope della FCEI. Modera Gian Mario Gillio, direttore responsabile agenzia NEV – Notizie evangeliche (FCEI).

Segui l’evento FACEBOOK

Per l’occasione verrà presentato il volume “Sul mare spinato” con i disegni di Francesco Piobbichi, edito da Com Nuovi Tempi e realizzato nell’ambito del programma Mediterranean Hope della Fcei.

Alle ore 19 avrà luogo la serata pubblica presso la sala metodista di via Firenze 38 a Roma. Interverranno Luigi Manconi, Maria Bonafede, Riccardo Gatti e Francesco Piobbichi.

Per accrediti e prenotazioni accrediti@confronti.net

[/et_pb_text][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″][et_pb_image _builder_version=”3.0.106″ show_in_lightbox=”on” url_new_window=”off” src=”https://www.metodisti.it/wp-content/uploads/2018/05/conferenza-stampa-24-maggio-foto.jpg” align=”left” always_center_on_mobile=”on” use_overlay=”off” force_fullwidth=”off” animation_style=”slide” animation_duration=”500ms” animation_intensity_slide=”10%” animation_direction=”left” show_bottom_space=”on” box_shadow_style=”preset2″ /][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

La solidarietà non è reato

postato in: In evidenza | 0
[et_pb_section bb_built=”1″ _builder_version=”3.0.106″][et_pb_row _builder_version=”3.0.106″][et_pb_column type=”2_3″][et_pb_text _builder_version=”3.0.106″ background_layout=”light”]

Da NEV del 2 maggio 2018

La Federazione delle chiese evangeliche in Italia interviene nel caso dei tre attivisti arrestati dalla gendarmeria francese durante una manifestazione sul confine alpino tra Francia e Italia a favore dei migranti

Paolo Naso: “Non possiamo sottrarci al dovere morale di rivendicare il diritto alla solidarietà e al soccorso umanitario, sia sui sentieri di montagna che sulle acque del Mediterraneo”

“La nostra solidarietà alle associazioni, ai cittadini e alle cittadine che stanno assistendo i migranti in condizioni di difficoltà e vulnerabilità sui sentieri che collegano l’Italia alla Francia”. Lo afferma Paolo Naso, coordinatore di Mediterranean Hope–Programma rifugiati e migranti della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), alla vigilia della sentenza preliminare relativa al caso di tre attivisti – due svizzeri e una italiana – accusati di associazione criminale e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Lo scorso 27 aprile hanno partecipato a una marcia da Bardonecchia a Claviere-Briançon, e sono stati arrestati dalla gendarmeria francese alla fine della manifestazione, svoltasi senza incidenti.

“Abbiamo fiducia nella magistratura francese – conclude Naso – ma non possiamo sottrarci al dovere morale di rivendicare il diritto alla solidarietà e al soccorso umanitario, sia sui sentieri di montagna che sulle acque del Mediterraneo”.

La FCEI è tra i promotori italiani dell’iniziativa dei cittadini europei (ICE) “Welcoming Europe – per un’Europa che accoglie” che, tra le altre cose, chiede l’abolizione a livello dell’Unione europea del reato di soccorso. E’ possibile firmare la petizione andando sul sito della campagna. Per maggiori informazioni clicca qui.

Per il comunicato online clicca qui: http://www.nev.it/nev/2018/05/02/la-federazione-delle-chiese-evangeliche-la-solidarieta-non-reato/

[/et_pb_text][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″][et_pb_image _builder_version=”3.0.106″ show_in_lightbox=”on” url_new_window=”off” src=”https://www.metodisti.it/wp-content/uploads/2018/05/dettaglio-volantino-ice-696×481.jpg” align=”left” always_center_on_mobile=”on” use_overlay=”off” force_fullwidth=”off” animation_style=”slide” animation_duration=”500ms” animation_intensity_slide=”10%” animation_direction=”left” show_bottom_space=”on” box_shadow_style=”preset2″ /][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Dialogo. A Salisbury (GB) l’incontro dei battisti e dei metodisti mondiali

postato in: news | 0
[et_pb_section bb_built=”1″ _builder_version=”3.0.106″][et_pb_row _builder_version=”3.0.106″][et_pb_column type=”1_3″][et_pb_text _builder_version=”3.0.106″ background_layout=”light”]

Rappresentanti dell’Alleanza battista mondiale (BWA) e del Consiglio metodista mondiale (WMC) si sono riuniti dal 14 al 21 marzo presso il Sarum College di Salisbury (Gran Bretagna).

Si è trattato dell’ultimo incontro di una serie di dialoghi bilaterali, iniziati nel 2014, che le due famiglie confessionali hanno dedicato al tema della “fede che opera per mezzo dell’amore” (Galati 5:6).

Il gruppo di dialogo tra battisti e metodisti è copresieduto da Tim Macquiban, pastore della chiesa metodista di Ponte Sant’Angelo a Roma e direttore dell’Ufficio ecumenico metodista di Roma (MEOR), e dal pastore Curtis Freeman, direttore della Casa di studi battista alla Duke University (USA).

“Quest’incontro – spiega Macquiban – è servito per definire il Rapporto che il prossimo luglio verrà presentato al WMC e alla BWA per l’approvazione definitiva da parte dei due organismi confessionali”.

Il testo del Rapporto comprende temi che spaziano dalla storia ed eredità delle due tradizioni alla natura della chiesa, dalle dottrine della giustificazione e della santificazione al battesimo e alla missione.

Da NEV del 22 marzo 2018

[/et_pb_text][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″][et_pb_text _builder_version=”3.0.106″ background_layout=”light”]

Communique From the Bilateral Dialogue Between

The Baptist World Alliance and the World Methodist Council

Representatives of the Baptist World Alliance and the World Methodist Council met March 14–21, 2018 at Sarum College, Salisbury, England. The meeting was the last of the rounds of conversations of the international dialogue between Methodists and Baptists which started in 2014. The overall theme of the dialogue has been faith working through love. The delegations were welcomed by the Principal of Sarum College, the Revd. Canon Professor James Woodward, at an ecumenical reception which included the Chair of the Southampton Methodist District, the Revd. Dr. Andrew Wood, the Acting Dean of Salisbury Cathedral, Canon Edward Probert, and ministers, deacons and stewards from local Baptist and Methodist churches.

The dialogue is co-chaired by Rev. Dr. Tim Macquiban, the Director of the Methodist Ecumenical Office Rome, Italy, and Rev. Dr. Curtis Freeman, Research Professor and Director of the Baptist House of Studies at Duke University Divinity School, Durham, North Carolina. Rev. Dr. Paul Chilcote, Professor at Asbury Theological Seminary in Florida, serves as co-secretary.

Other members of the Methodist delegation present were Dr. Ulrike Schuler, Professor at the Reutlingen School of Theology in Germany; the Rev. Christine Gooden-Benguche, Secretary, Jamaica District Conference, Methodist Church in the Caribbean and the Americas and Rev. Professor Emeritus Robert Gribben of the Uniting Church Faculty of Theology, Melbourne, Australia . The additional Baptist members present were Rev. Dr. Deji Isaac Ayegboyin, Professor of Religious Studies, University of Ibadan, Nigeria; Dr. Valérie Duval-Poujol, Lecturer of Biblical Exegesis, Catholic Institute, Paris, France; Rev. Dr. Timothy George, Dean of Beeson Divinity School, Samford University, Birmingham, Alabama; and Rev. Dr. Stephen Holmes, Head of School of Divinity, University of St. Andrews, St. Andrews, Scotland, Rev. Dr. R. L. Hnuni, Principal of Greenhill Public School, Aizawl, Mizoram, India.

The participants worshipped together each day drawing on the two traditions, and attended the Sunday service at Salisbury Methodist Church where Rev. David Hookins led the service. They made a tour of local places of interest including Stonehenge, Old Sarum and George Herbert`s church at Bemerton as well as touring and worshiping in the Cathedral.

This last meeting of the dialogue team prepared the Report and Study Guide to be presented to the respective bodies for approval, summing up its conversations on the history and heritage of the two traditions, the nature of church, authority and their relation to doctrines of justification and sanctification, Baptism and Christian Initiation, Worship and Mission, with recommendations. The final report will be presented in July to the next World Methodist Council and to the Executive Committee of the Baptist World Alliance.

[/et_pb_text][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_3″][et_pb_image _builder_version=”3.0.106″ show_in_lightbox=”on” url_new_window=”off” src=”https://www.metodisti.it/wp-content/uploads/2018/03/Sarum-College.jpg” align=”left” always_center_on_mobile=”on” use_overlay=”off” force_fullwidth=”off” animation_style=”slide” animation_duration=”500ms” animation_intensity_slide=”10%” animation_direction=”left” show_bottom_space=”on” /][et_pb_image _builder_version=”3.0.106″ show_in_lightbox=”on” url_new_window=”off” src=”https://www.metodisti.it/wp-content/uploads/2018/03/Salisbury-Dialogue-2.jpg” align=”left” always_center_on_mobile=”on” use_overlay=”off” force_fullwidth=”off” animation_style=”slide” animation_duration=”500ms” animation_intensity_slide=”10%” animation_direction=”left” show_bottom_space=”on” /][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Presentazione del volume “Metodisti in Italia”

postato in: mondo metodista, news | 0

Presentazione del volume "Metodisti in Italia"

Ai primi di maggio è prevista l’uscita del  volume Metodisti in Italia, che avremo il piacere di presentare a Roma, nel Salone della  Chiesa metodista in via Firenze 38 alle ore 17.00 di martedì 28 maggio. 
A seguire, mercoledì 29 maggio, presso la Sapienza Università di Roma avrà luogo il Convegno Metodismo e Mezzogiorno

Forum Metodista Europeo (EMYCF)

Forum Metodista Europeo EMYCF

“Un’armonia in evoluzione: Il Viaggio avvincente del Forum Metodista Europeo della Gioventù e dei Bambini (EMYCF)”.

 

Nel 1970, la collaborazione tra il Comitato per la Gioventù del Consiglio delle Conferenze Centrali delle Chiese Metodiste Unite d’Europa e i rappresentanti dei Dipartimenti Giovanili Metodisti di Gran Bretagna e Irlanda diede vita alla Commissione Congiunta Metodista per il Lavoro Giovanile Europeo (Methodist Joint Commission for European Youth Work).

 

Nel 1975 la Commissione si trasformò in “Consiglio Europeo della Gioventù Metodista” (European Methodist Youth Council). In seguito, nel 2008, divenne il “Consiglio metodista europeo per la gioventù e i bambini” (European Methodist Youth and Children Council – EMYC) – “Methodistischer Rat für die Arbeit mit Kindern und Jugendlichen in Europa”, estendendo il suo campo d’azione al lavoro con i bambini e promuovendo l’unità dei collaboratori/volontari/operatori metodisti che lavorano con i giovani e i bambini.

 

Il periodo di pausa causato dalla pandemia COVID-19 ha stimolato una riflessione all’interno dell’esecutivo dell’EMYC sulla natura del consiglio e sulla sua incisività nel contesto attuale, portando infine alla sua integrazione nel Consiglio Metodista Europeo (EMC) nel febbraio 2022 e all’istituzione del Forum Metodista Europeo della Gioventù e dei Bambini (European Methodist Youth and Children Forum – EMYCF), riconosciuto ufficialmente dall’EMC nell’autunno 2022.

 

Nella Casa Diaconale di Amburgo, dal 16 al 18 febbraio 2024, si è tenuto l’incontro iniziale dell’EMYCF, che ha riunito 15 collaboratori/volontari/operatori metodisti che lavorano con i giovani e i bambini nelle loro Conferenze/Chiese Centrali o nell’equivalente organo esecutivo delle chiese membri del Consiglio Metodista Europeo. Questo incontro ha segnato un momento significativo sul percorso del lavoro con i bambini, i giovani e i giovani adulti metodisti, favorendo la collaborazione e la condivisione degli obiettivi.

 

Sin dall’inizio, il forum ha abbracciato la diversità e l’unità, intrecciando le tradizioni e le culture metodiste in Europa e altrove. Attraverso la riflessione, il culto, il dialogo e le esperienze condivise, i partecipanti hanno affrontato le complessità della loro vocazione, cercando un terreno comune per affrontare le mutevoli esigenze e le sfide che i giovani e i bambini metodisti devono affrontare nel XXI secolo.

 

La sessione in stile World Café e la condivisione delle risorse in uno spazio aperto hanno fornito una piattaforma per una riflessione collettiva e per l’innovazione. Abbiamo esplorato le questioni urgenti che riguardano bambini, giovani e giovani adulti. I partecipanti hanno preso parte a discussioni su vari argomenti, tra cui l’impatto delle disparità sociali come povertà e violenza di gang sui bambini, l’ombreggiamento delle attività tradizionali da parte degli schermi, le sfide nella partecipazione alla chiesa e i comuni problemi di salute mentale tra i bambini dai 0 ai 12 anni.

 

Per i giovani tra i 13 e i 18 anni, sono state discusse preoccupazioni sulla sicurezza, lotte di salute mentale, sfide nello sviluppo della fede e consapevolezza dell’identità di genere insieme a una forte ricerca di opportunità ed eccellenza accademica. Per i giovani adulti di età pari o superiore ai 18 anni, le prospettive condivise si concentravano sul bilanciare le sfide della vita, navigare le incertezze del mercato del lavoro, impegnarsi nelle cause sociali e affrontare le lotte per l’indipendenza e le connessioni spirituali. Il forum ha sottolineato la necessità di nuovi canali di collaborazione e coinvolgimento, comprese piattaforme di risorse online e pagine web dedicate, per affrontare queste questioni complesse e promuovere lo sviluppo olistico attraverso diverse fasce d’età.

 

Il Forum si è concluso con un rinnovato senso di appartenenza e comunione, confortato dallo spirito di unità e di azione collettiva. Il Forum Metodista Europeo dei giovani e dei bambini è emerso come una testimonianza della resilienza e dell’adattabilità dei collaboratori/volontari/operatori metodisti dei giovani e dei bambini, pronti ad abbracciare le sfide e le opportunità future.

 

Mentre la tradizione metodista continua a evolversi, l’EMYCF si pone come un faro di speranza, nutrendo la fede delle generazioni future e sostenendo i bambini, i giovani e i giovani adulti all’interno delle chiese di tradizione ed eredità metodista: Chiese metodiste, wesleyane e unificanti in Europa. Nello spirito di comunione e servizio, il viaggio continua, guidato dai principi durevoli della fede, dell’unità e dell’amore.

Stefanie Gabuyo

Funzionario di supporto (Support Officer)

Consiglio Metodista Europeo

Past. Sarah Mae Gabuyo 

Missionario GBGM e Pastora

Chiesa Metodista di Roma Ponte Sant’Angelo

VISITA RAPOLLA

VISITA RAPOLLA

Nel primo weekend di Marzo il Pastore Luca Anziani, Presidente dell’OPCEMI, ha visitato la chiesa metodista di Rapolla (PZ)

Incontro chiese USA

Incontro chiese USA

Giovedì 7 marzo, incontro con la Moderatora Diac. Alessandra Trotta e i vescovi delle chiese metodiste USA: African Methidist Episcopal Church, Christian Methodist Episcopal Church, United Methodist Church.